877 views 0 comments

Nel segno di Zappa – 18 Dicembre 2014 – Milano

by on 17 dicembre 2013
 

Barley Arts e laVerdi

presentano

NEL SEGNO DI ZAPPA

Mercoledì 18 Dicembre 2013 – Auditorium di Milano, Largo Mahler

 

Una celebrazione in musica, parole e immagini del geniale artista, nel ventennale della sua scomparsa

 

I dettagli del programma della serata dedicata a Frank Zappa all'Auditorium di Milano:

Partiture originali di The Yellow Shark di Zappa e di Stravinskyji e Varése per laVerdi diretta da Danilo Grassi

Selezione da Joe's Garage, Sheik Yerbouti e altri album degli anni '70 per gli Ossi Duri con Elio

Selezione fra quindici ore di retrospettiva video con filmati ufficiali e rarità del collezionista Trombetti

Il libro di Alessandra Izzo con contributi di Patrice "Candy" Zappa, Bunk Gardner, Rutger Hauer e Fabio Treves

 

Una lunga notte "Nel Segno di Zappa" quella che il 18 Dicembre prossimo all'Auditorium di Milano celebra il genio del grande compositore italo-americano scomparso esattamente vent'anni fa. Musicista raffinato, talent scout, dissacratore, «grillo parlante» dell‟american way of life, Frank Zappa è una delle figure più discusse e controverse di tutta la cultura del Novecento. Dagli inizi negli anni '60 con l'album seminale Freak Out!, fino alla produzione degli anni '80 e '90, la sua carriera è un percorso coerente contro qualsiasi forma di omologazione, sociale o culturale.

 

"Information is not knowledge, knowledge is not wisdom, wisdom is not truth, truth is not beauty, beauty is not love, love is not music. Music is the BEST." – Joe’s Garage, 1979

 

Ha preso forma definitiva il programma dell'evento (ideato e prodotto da Barley Arts e laVerdi nell'ambito dell'Autunno Americano) che si sviluppa fra parole, musica e immagini a partire dalle 18.00 e fino a notte.

Fin dall'apertura dell Auditorium, gli spettatori potranno assistere alla proiezione di immagini di repertorio che ripercorrono le esibizioni live di Frank Zappa and The Mothers Of Invention, sia in tour sia in trasmissioni TV. Una scelta effettuata fra quindici ore di materiale raro, ufficiale e non, selezionato da uno zappiano e collezionista doc, Giancarlo Trombetti.

Alle 18.00 nel foyer di Galleria dell'Auditorium si comincia con il primo appuntamento, la presentazione del libro-intervista "Frank e il Resto del Mondo", il tributo che Alessandra Izzo ha voluto rendere al maestro di Baltimora, guidando il lettore in un affascinante percorso fatto dalle testimonianze di chi lo ha conosciuto e ha collaborato con lui.

La sorella Patrice «Candy» Zappa, Bunk Gardner dei Mothers of Invention, Essra Mohawk (la famosa «Uncle Meat»), Claudio Trotta (che portò Zappa in Italia nel 1988), l'attore Rutger Hauer che lo frequentò da amico, compongono un ritratto inedito e appassionato dell'uomo, prima ancora che del musicista. "Questo libro è un ottimo contributo alla completezza di un puzzle infinito - scrive il giornalista Ernesto Assante - che Alessandra Izzo arricchisce con le testimonianze di chi, come lei, con Zappa ha fatto un pezzo di strada". Introdotto e moderato da Ezio Guaitamacchi, giornalista e scrittore, l'incontro sarà occasione di dibattito sui temi zappiani insieme a Claudio Trotta, Luigi Corbani de laVerdi, il musicista Fabio Treves e Giancarlo Trombetti, produttore ma soprattutto collezionista di materiali zappiani.

Alle 20.30 sul palco della Sala Grande laVerdi diretta dal maestro Danilo Grassi eseguirà vari brani tratti da The Yellow Shark, l'ultimo album composto da Zappa e uscito postumo nel 1993, insieme ad altri cult come The Perfect Stranger, intervallati da composizioni di altri grandissimi compositori come Igor Stravinskji e Edgar Varèse, particolarmente amati dallo stesso Zappa.

Alle 22.00 dopo un breve intervallo per il cambio palco, ancora musica live di Frank Zappa, questa volta interpretata dagli Ossi Duri, band nata proprio il 4 Dicembre 1993 per tramandare con un personale tributo il genio dell'artista, mentore musicale dei suoi componenti, ai quali si uniranno per questa speciale occasione Elio, già ospite in due dei loro album in uscita - “Frankamente” e “RiCoverAti”- e Fabio Treves, il "Puma di Lambrate", armonicista e divulgatore del verbo "blues" in Italia, che conobbe Zappa durante il tour del 1988 e fu l'unico musicista italiano a salire sul palco con lui.

Della lezione impartita da Frank Zappa, gli Ossi Duri hanno fatto proprie la volontà di unire nella propria musica l’umorismo, l’ironia dei testi e la complessità degli arrangiamenti. La passione per Zappa ed il suo particolare approccio musicale ha favorito due importanti incontri che si sono trasformati in collaborazioni live ed in studio: Elio ed Ike Willis – vocalist e chitarrista di Frank Zappa dal 1978 al 1988 – col quale sono stati protagonisti di numerosi concerti, anche oltre confine. Il comune sostrato di ironia e goliardia li ha portati poi a conoscere e condividere il palco anche con Freak Antoni (Skiantos), Claudio Bisio, Rocco Tanica, Alberto Camerini, mentre il grandissimo amore per la musica ‘ben suonata’ li ha avvicinati e portati a collaborare con musicisti quali Marco Minneman, David Surkamp, Riccardo Balbinutti, Fabio Giachino, Gianni De Nitto, Furio Di Castri, oltre ad altri ‘fidati’’ collabortori di Zappa quali Mike Keneally e Napoleon “Murphy” Brock. Per l'occasione Ossi Duri, Elio e Fabio Treves stanno organizzando una setlist in continuo divenire, nella quale trovano spazio composizioni tratte da vari album degi anni'70 di Zappa, con particolare attenzione a "Joe's Garage" e "Sheik Yerbouti", ma senza tralasciare alcuni brani cult delle sue esibizioni live come Easy Meat e Pigmy Twylyte.

 

I biglietti sono in prevendita nei circuiti Ticketone (online su www.ticketone.it e nei punti vendita sul territorio) e Vivaticket (www.vivaticket.it), nonchè presso la biglietteria dell'Auditorium.

 

NEL SEGNO DI ZAPPA: AUDITORIUM DI MILANO FONDAZIONE CARIPLO Largo Mahler

MERCOLEDI' 18 DICEMBRE 2013 a partire dalle ore 18.00

Ingresso posto unico numerato: 25,00 Euro intero - 15.00 Euro ridotto per over 60 e gruppi

10,00 Euro per soci laVerdi e under 30

 

Info e prevendite:

Auditorium di Milano tel. 02.83389.401/402/403 www.laverdi.org

Barley Arts tel 02.6884084 www.barleyarts.com

www.facebook.com/barleyartspromotion

www.twitter.com/barleyofficial

www.vivaticket.it

www.ticketone.it

 

 

IL PROGRAMMA:

ore 18.00: Foyer di Galleria - I Piano

Alessandra Izzo presenta "Frank e il resto del mondo". Introduce Ezio Guaitamacchi, con la partecipazione di Claudio Trotta, Luigi Corbani, Fabio Treves, Giancarlo Trombetti.

Alessandra Izzo è giornalista e ufficio stampa. Ha scritto per varie testate musicali tra le quali «Rolling Stone», «Duellanti» e «Rockstar». In radio ha curato alcune trasmissioni su Radio 2, con la conduzione di Riccardo Pandolfi e Sergio Mancinelli. Ha lanciato in Italia i libri cult della famosa groupie Pamela Des Barres: I’m with the band (Sto con la Band) e Let’s spend the nite together (di cui ha scritto anche la prefazione), entrambi editi da Castelvecchi. È attualmente la publicist italiana della stessa Des Barres.

«Frank e il resto del mondo» di Alessandra Izzo, collana Electi, pp. 96, euro 14,90 ISBN 978-88-97508-81-6, in libreria da novembre 2013.

 

ore 20.30 Auditorium: laVerdi in concerto.

PROGRAMMA MUSICALE:

E.VARESE Intégrales

F. ZAPPA Dupree’s Paradise

The perfect stranger

I.STRAWINSKY Ragtime

F. ZAPPA da “The Yellow Shark”

Outrage at Valdez

The dog Breath Variations

Get Whitey

Be - Bop Tango

Questi cazzo di piccione

G-Spot Tornado

Dirige il Maestro Danilo Grassi

Danilo Grassi svolge attività concertistica nei principali teatri e nelle maggiori istituzioni concertistiche italiane ed internazionali come percussionista, collaborando con artisti fra i quali Martha Argerich, Vladimir Askenazy, Victoria Mullova, Chick Corea, direttori come Riccardo Muti, Claudio Abbado, Yuri Temirkanov, Carlo Maria Giulini, Riccardo Chailly. Le collaborazioni con i compositori Steve Reich, Franco Donatoni, Iannis Xenakis , Gerard Grisey ed in particolare la lunga esperienza al fianco di Luciano Berio, risultano fondamentali per lo sviluppo artistico intrapreso in veste di direttore. L’iniziale esigenza di approfondire le partiture da eseguire ed il diretto contatto con gli autori, sono alla base del lavoro che a distanza di anni lo porta ad essere presente nei maggiori festival di musica italiani ed europei.

 

laVERDI

Nata nel 1993, laVerdi è oggi una protagonista indiscussa del panorama culturale italiano e non solo. Lo testimoniano un Grammy Award, le numerose tournée internazionali (ultima in ordine di tempo, settembre 2013, a Londra per i prestigiosi BBC Proms), la ricca produzione discografica.

Formata da Vladimir Delman e guidata oggi da Zhang Xian, l’Orchestra nacque quando a Milano la musica classica sembrava destinata ad avere nella scena culturale un ruolo sempre più minoritario.

I suoi obiettivi erano allargare la platea del pubblico, offrendo l’ascolto della musica classica anche a chi non aveva mai frequentato una sala da concerto; offrire un servizio culturale e sociale alla Città e al Paese; offrire un’opportunità di lavoro ai giovani musicisti di talento.

Obiettivi che sono stati raggiunti, come dimostrano la qualità e la professionalità dei suoi musicisti e dei direttori d’Orchestra che si sono succeduti come titolari o ospiti, i 200.000 spettatori che ogni anno assistono agli oltre 250 concerti proposti, un’attività musicale che si svolge ormai per tutti i dodici mesi dell’anno. Un’attività sempre più premiata dai successi di pubblico, dall’apprezzamento della critica, dall’attenzione degli organi d’informazione. Fra i molti esempi, i due concerti tenuti nella Sala Nervi del Vaticano per S. S. Benedetto XVI e la recentissima esecuzione (novembre 2013) a Milano della Ottava Sinfonia di Mahler diretta da Riccardo Chailly. laVerdi oggi è una Casa della musica: una felice intuizione che si è concretizzata, che ha portato frutto e che ha radici ben salde. Una realtà solida con una caratteristica unica fra le istituzioni musicali italiane: la proprietà dell’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, realizzato nel 1998 e acquistato nel 2008.

 

ore 22.00 Auditorium: concerto Ossi Duri, con la partecipazione speciale di Elio e Fabio Treves SCALETTA PROVVISORIA

1. RE DEL SOL Ossi Duri - da Senza Perdere la Tenerezza 2013

2. RADIOLOGIA part. 1 Ossi Duri - da Senza Perdere la Tenerezza 2013

3. PYGMY TWYLYTE live 1974

4. RADIOLOGIA part. 2 Ossi Duri - da Senza Perdere la Tenerezza 2013

5. TROUBLE EVERY DAY da Roxy & Elsewhere, 1974

6. HEAVY DENTE Ossi Duri - da Senza Perdere la Tenerezza 2013

7. PEACHES EN REGALIA da Hot Rats 1969

Ossi Duri feat. Elio

8. CITY OF TINY LITES da Sheik Yerbouti, 1979

9. DANCIN’ FOOL da Sheik Yerbouti, 1979

10. BROKEN HEARTS ARE FOR ASSHOLE da Sheik Yerbouti, 1979

11. STICK IT OUT da Joe's Garage, 1979

12. CREW SLUT feat. Fabio Treves da Joe's Garage, 1979

13. COSMICK DEBRIS feat. Fabio Treves b-side del singolo Don't Eat The Yellow Snow, 1974

14. EASY MEAT (in italiano) da Tinseltown Rebellion, live 1981

15. WHY DOES IT HURT WHEN I PEE (in italiano) da Joe's Garage, 1979

16. I’M THE SLIME da Overnite Sensation, 1973

17. FLORENTINE POGEN da One Size Fits All, 1975

 

Ossi Duri sono:

Alex Muschio: voce,

Martin Craig: chitarra e voce,

Monne: basso e voce,

Ruben: batteria

Andrea “Vidjo” Vigliocco: percussioni e tastiere

 

 

ore 23.30 Auditorium: continua Frank Zappa in una retrospettiva video: rari filmati di concerti e interviste di Frank Zappa e Mothers of Invention, a cura di Giancarlo Trombetti

Be the first to comment!
 
Leave a reply »

 

Leave a Response