976 views 0 comments

Il Club 27

by on 17 agosto 2011
 

Ritorna prepotentemente di moda ogni volta che scompare una stella del rock.

Ritorna prepotentemente di moda ogni volta che lo showbisness vuol far fruttare una morte prematura.

Ritorna tristemente di moda ogni volta che le circostanze della dipartita di un artista non sono ben chiare.

Il Club 27 è uno strano circolo di cui nessuno vorrebbe essere socio.

Invece nel corso degli anni i membri del club aumentano. Ultima arrivata la piccola e dannata Amy Winehouse, non propriamente una cantante rock, ma una rockstar nella sostanza, dalla vita spericolata e tristemente breve.

Ma cos'è quindi il misterioso Club 27?

Il Club, tristemente noto per annoverare tra i suoi soci artisti del calibro di Janis Joplin, Jimi Hendrix, Kurt Cobain e Jim Morrison, non è altro che un club immaginario che riunisce tutti gli artisti deceduti durante il loro 27° anno di vita. Circostanze e morti diverse, accomunati però dalla loro breve vita, da morti spesso sospette e da una fama ed un talento indiscussi ed indiscutibili.

L'origine del macabro Club 27 è da ricondursi ai primi anni '70, quando a breve distanza tra loro muoiono in circostanze ancora poco chiare tre leggende del rock: Jimi Hendrix, Janis Joplin e Jim Morrison.

Fu allora che si cominciò a parlare della maledizione del J27. Infatti tutti e tre morirono all'età di 27 anni e tutti e tre avevano la lettera J nel nome.

Ben presto il club si allargò, abbandonando la storia del nome per lasciare spazio solamente alla leggenda dell'età. Il club annovera tra i propri iscritti musicisti del calibro di Brian Jones (Rolling Stones), morto anche lui a 27 anni nel 1969 ed anche lui con la lettera J nel nome.

L'ultimo membro dei 5 ufficiali arriva a distanza di molti anni, il 5 Aprile 1994, quando viene ritrovato morto il leader dei Nirvana Kurt Cobain.

Oltre a questi 5 membri ufficiali nel corso degli anni se ne sono aggiunti altri, alcuni addirittura precedenti ai primi 4, come Robert Johnson (colui che aveva stretto un patto con il diavolo in persona), altri aggiunti nel corso degli anni, ad esempio Ron "Pigpen" Mckernan dei Greatful Dead, Dave Alexander degli Stooges, e molti altri fino ad oggi in cui troviamo Amy Winehouse.

Per chi volesse approfondire le morti sopra citate (quasi tutte avvenute in circostanze poco chiare) consigliamo il libro "Delitti Rock" di Ezio Guaitamacchi.

Be the first to comment!
 
Leave a reply »

 

Leave a Response